siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


mercoledì 18 novembre 2015

Albero di Natale fai da te

Albero di natale con presepe

Che ne pensate di un simpatico albero di Natale da costruire insieme ai nostri bimbi?. 
Non sapete dove mettere nel presepe le innumerevoli e deliziose casette?
Un alberello di natale che servirà anche da montagna per un bel presepe fai da te per divertirsi con i più piccoli.

Ed è una buona idea per riciclare quel che abbiamo!!!

Occorrente: 
foglio bristol 70x 100;
Cartone riciclato;
colla a caldo;
filo di ferro morbido;
pittura acrilica verde;
rotoloni per asciugare per casa;
lucine per presepe;
casette per presepi (anche di cartone fai da te);
pastori;
decorazioni varie per presepe.


ATTENZIONE:

Per le parti col filo metallico e la colla, fate allontanare i più piccoli





Preparazione:

Qui vi spiegherò solo come fare l'alberellopoiché ognuno poi si diletterà col proprio presepe. 

Prendete un foglio Bristol bianco o verde, formate un cono (aggiustatevi la grandezza).

tagliate il vostro cono alla base e incollateci un altro cartone piegato che però deve uscire fuori dal cono, quello sarà la grotta di Gesù.

Con il filo di ferro passate come fosse una serpentina tutto l'albero, dalla punta in poi. quello servirà per stabilire l'esatta posizione delle basi per le casette.  





Tagliate delle basi rettangolari grandi quanto le basi delle vostre casette (più qualche cm laterale). 

Piegate i cartoncini e incollateli attorno al filo di ferro, formando una spirale. Fate aderire bene la colla mettendo sotto un piccolo pezzetto di cartone per mantenerli stabili, perché una volta messe le casette, queste col loro peso tenderanno a piegare i cartoni.    

Quando avrete messo tutti i cartoni (quante casette avete a disposizione), dipingete la sagoma col colore acrilico verde.


La piccola grotta invece, rivestitela di carta roccia con la colla a farina (vedi post....mettere il link) e tagliate un mdfo e tagliate un MDF di pochi millimetri che sarà la base solida al nostro alberello.

Posizionate le lucine fissandole con poca colla a caldo.

IDEA:

Potete anche abbellire il tutto con i festoni natalizi verdi (quelli che si usano per addobbare gli alberi di natale) però dovrebbe essere di trama sottile se no le casette non si vedrebbero. 


Una volta acceso è di gran effetto e avrete anche trascorso con i vostri bimbi un piacevole pomeriggio. 



un saluto, Daggry

come fare un babbo natale con i fogli di carta

Come fare in modo semplice un lavoretto con la carta:


Babbo Natale con la carta

Lasciatemelo dire, ci ho perso una settimana a furia di capirci qualcosa, ma la soluzione era li, a portata di mano, è solo che con le foto non si capisce gran che i vari passaggi.

Sta di fatto che questi simpatici babbo natale si possono mettere davvero dappertutto, persino sui pacchi regalo, il difficile sarà riporli per l’anno successivo, perché sono troppo carini.

Un idea originale:
metteteli come numeri per la tombola di natale o come segnaposti alla tavola di capodanno, faranno un figurone tutti colorati e non ci metterete poi molto nel farli.









Io l'ho realizzato in un video, spero che vi piaccia.

https://youtu.be/SkUE08a9n7o


lunedì 9 novembre 2015

come fare le ballerine di carta

Come fare in modo semplice un lavoretto con la carta:
1° tentativo:
Ballerina di carta



Avete mai pensato di fare un origami o un qualsiasi lavoretto con la carta senza impazzire?!!
Credo proprio di no.
Da poco mi sono cimentata in tre lavori per Natale, uno più “semplice” dell’altro almeno a vedere sul web.
Vediamo cosa è successo in breve:


Tentativo n. 1:

Ballerina di carta

Se ne vedono tantissime e bellissime sul web e a chi non verrebbe la voglia di farle?!
A Natale, come decorazioni su alberi o appese sono eleganti.
Ma all’atto pratico sorgono i primi problemi: prima di tutto e soprattutto, armatevi di tanta, tanta, tanta pazienza e buona volontà e soprattutto non vi arrendete alle difficoltà se no non avrete mai la vostra bella ballerina da appendere.
Poi, cercate fogli di carta riciclata, che non usate e che poi non vi dispiacerà gettarla, basta bianca… io l’ho usata colorata perché in fotografia si vede meglio, ma le prime volte l’ho fatta bianca anch’io.
Vi serviranno inoltre: Forbici piccole e grandi; una stampante o fotocopiatrice per il modello della ballerina che si può scaricare in questo sito originale. 
io dall’originale l’ho ridotto del 60%, una colla a portata di mano non fa mai male; una bucarola o perforatrice manuale; filo di nylon trasparente, matite varie; pennarelli sottili indelebili; piatti di carta e di plastica;



La ballerina consta di due pezzi separati, prima il corpo (il sito originale:
www.krokotak.com), l’altro, più complesso del vestito.
Per il corpo non ci sono di certo problemi, potete anche se siete bravi a disegnare crearvelo da soli.




Il vestito invece, che non è altri che un chicco di neve, è molto più complesso e vuole uno studio a parte e un po’ di tempo per decifrare come si fa.
Io ci ho provato con il mio fidato marito, che qualche volta (e molto raramente) mi ha aiutata, mettendosi le mani nei capelli e rinunciando (e lui è molto bravo sia con la matematica di precisione che con tutto ciò che ha bisogno di abilità tecniche). E la tecnica dell’origami per ben riuscire ha bisogno proprio di precisione, mano ferma e di sapere le minime basi della geometria.
Però io, che non ho tutto ciò, sono caparbia e ci provo e ci riprovo finché non ci riesco anche male, ma devo farcela.
Tornando a noi…. Per il vestito:
sul web ci sono più di un procedimento per fare il chicco di neve, li ho provati e quello più semplice ma anche quello che si presta a meno sfarzo e decorazione è il seguente:


Prendete un foglio di carta (il vestito deve essere proporzionato al corpo della ballerina), la mia è ridotta dall'originale 100% al 60% e quindi ho piegato più volte il foglio per farlo diventare un A6 (vedi post precedente   http://wwwdaggryfaidate.blogspot.it/2015/11/come-scegliere-i-formati-di-carta.html).
Ricavate con la matita un angolo di 180°.
Tagliate l’eccesso tenendo per voi la parte piegata.












Una volta ottenuta questa mezza luna, piegatela in due vi deve risultare un cono tagliate l’eccesso sopra.







Con un pennarello sottile o una matite, disegnateci sopra il disegno ve volete ottenere, io ne ho fatto uno semplice per non impazzire, però ho capito una cosa, ognuno può crearsi il modello che vuole, ogni disegno poi risulta bello io per voi ne ho fatti uno semplice:




Tagliate con cura ogni parte e poi aprite il foglio.
Otterrete, dopo tanti fallimenti, il vostro chicco di neve, fateci un buco al centro e fatelo indossare alla vostra bambolina.
Potete anche sovrapporre più vestiti di carta di vari colori e glitterare quelli bianchi. 

Attaccatela ad un filo di nylon trasparente e appendetela.


Se volete qualche idea per i vostro vestiti di carta, qui trovate le idee per i modelli sul web.
Vi aspetto nel prossimo post con l’angelo di carta.






panettone Juventus

panettone di Natale in pasta di zucchero

viene voglia di mangiarselo questo saporitissimo panettone realizzato in pasta di zucchero per un tifoso della Juventus  sempre dalla nostra cake designer Paola Esposito

sabato 7 novembre 2015

come scegliere i formati di carta

Come scegliere i formati di carta

Vi è mai capitato di rinunciare ad un lavoro con la carta perché le spiegazioni erano incomprensibili?? Facciamo un po’ di chiarezza sui formati carta più comuni.


Un foglio standard, (quello che si usa per le stampanti e documenti ufficiali) si dice che è un foglio A4 e la sua misura è: 210 x297 mm

Se il foglio A4 lo piegate a metà otterrete un foglio A5 che misurerà 210x148,5 mm

Se il foglio A5 lo piegate di nuovo avrete un foglio A6 con misure 105x148,5 mm.

Se il foglio A6 lo piegate a sua volta avrete un foglio A7 con misure 105x74,25 mm.





Il foglio invece, più grande della metà di un A4 viene detto A3 ed è esattamente il doppio di un A4 e misura 297x420 mm.


Non ci dimentichiamo:

A2 con misure 600x420 mm

A1 che misura 600x840 mm

A0 e altri detti “grandi formati” che però necessitano di grandi stampanti, centri copie attrezzati, tipografie, serigrafie ed altro ancora.

Quelli che ci riguardano vanno dall’A3 all’A7 e includono anche piccoli formati quali F.to 9 (9x14 cm) e F.to 4 (7,5x11,2 cm) che non sono altri che i bigliettini da visita e che alcune stampanti di casa fanno stampare.

La grammatura:
un foglio di carta standard (quelli che generalmente usiamo nelle stampati e che usiamo per i documenti più comuni) deve avere una grammatura di 80gr. a prescindere dal suo formato.



 I fogli di 100gr sono leggermente più spessi e si usano per lo più per le tesi di laurea.

Oltre i 140 gr. si chiamano cartoncini e una stampante comune di casa può stampare anche una grammatura di 240.
I più comuni che si trovano in commercio come cartoncino bianchi o di vari colori e hanno una grammatura di 140 – 160 –200 –240. e si vendono a risme o sfusi e hanno un costo modesto.

Una risma (il pacco che si compra) generalmente è di 500 fogli e si compra ovunque.
I fogli di carta molto più sottili vanno da 70gr. A pochi grammi e fanno parte delle così dette “carte veline” adatte per origami, lavoretti scolastici vari, si usano molto a carnevale e a natale.

Esistono poi altri tipi di carte come la carta crespa, ma ne parlerò il un altro post.