siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


lunedì 17 novembre 2014

buon compleanno




giovedì 13 novembre 2014

bambola di stoffa

Bambola di stoffa

pantalone e maglia Gerard


Ecco un altra bambola dal fumetto Fairy Tail, Gerard che non poteva mancare alla collezione della nostra Daggry scrittrice.
particolare viso Gerard



Il vestito è interamente di panno lenci orlato di un nastro di raso nero, mentre i capelli sono di lana azzurra.
il viso è sempre disegnato, colorato e incollato con tessuto adesivo al muslin color carne.


cappotto Gerard
Il suo ruolo nel manga è dapprima quello di mago malvagio che poi si redime e si innamora della forte Erza Scarlet.
Daggry



visit on Youtube Cloth dolls




mercoledì 12 novembre 2014

sedia di babbo natale

La sedia di Babbo Natale

  


sedia_di_babbo_natale

Dove mette Babbo Natale i suoi abiti quando torna al Polo Nord per riposarsi?

Noi ce lo siamo chiesti e sicuramente, acanto al camino nella sua bella baita polare avrà la sua sedia preferita dove poggiare momentaneamente casacca, cappello e stivaloni per poi riprenderli per uscire a dar da mangiare alle renne.



per la realizzazione della sedia a breve ci sarà il nostro video su Youtube (sedia con mollette di legno) mentre per il resto seguiteci, ve lo spiegheremo passo passo con questo semplicissimo tutorial. 

La casacca:

occorrente:
panno lana rosso bordeaux;
rocchetta di filo rosso;
forbici;
lana bianca morbida;
colla a caldo.

Preparazione:

Tagliate un pezzo di stoffa di color rosso come da cartamodello.

Cucite i vari pezzi  sul rovescio.
Con la colla  a caldo incollare lungo tutta la casacca la striscia di lana bianca.


la casacca è stata cucita a mano


Cappello:


Tagliate 2 coni di stoffa rosso e cuciteli.
con la colla a caldo orlate con la lana bianca il contorno.   
il bordo bianco è stato incollato con la colla a caldo


Gli scarponi:

Occorrente:
panno lenci marrone;
matassina da ricamo bianco.


Tagliate come da sagoma 4 pezzi uguali.

Cuciteli su dritto con un filo per punto croce 
bianco.





Mi piace
Condividi
Piace a 23 persone.
sedia con mollette























Se c’è una festa che amiamo particolarmente questa è il Natale e non solo perché è nato nostro Gesù protettore, ma per la figura anche storica di Babbo Natale diventato per certi versi un mito che si tramanda da secoli e che si trasforma col tempo con aggiunte, di anno in anno di particolari e innovazioni al passo coi tempi, non sempre troppo gradevole  a noi che lo abbiamo conosciuto come un uomo semplice, protettore dei bambini.


Di storie e le legende su questa figura le ritroviamo in molti paesi del mondo, e come il mito del Diluvio Universale, ogni popolo ne conserva il ricordo e a noi ci viene in mente che poi miti e leggende non sono poi tanto lontane dalla realtà.

A dispetto della neve e della tradizione che vuole Babbo Natale vivere nella Terra dei Suomi, (breve precisazione: La Terra dei Suomi questo è il vero nome della Finlandia, infatti il termine “Finlandia” deriva dallo  svedese Finland ed erroneamente è stato attribuito questo nome a livello internazionale e ancor peggio, il termine “Lapponia” (la regione a nord) è  SOLO UN DISPREGIATIVO DA NON USARE MAI usato dai conquistatori per offendere e sottomettere il popolo originario della regione).

Nei paese dell’Europa Centrale come France, Royaume de Belgique (il Belgio, tra tre nomi ufficiali, questo è il nome francese),  lo chiamano Kerstman.
In  'Island ce ne sono ben 13 e così via dicendo in tantissimi stati. 


E ci sono tradizioni germaniche che lo vogliono addirittura un demone, convertito da San Nicola a donare ai bambini dei giochi per ovviare alle sue malefatte.
Ognuno di questi “Babbo Natale” ha in comune l’amore che questo sant’uomo nutre per i bambini e la sua felicità a vederli sereni.
Qualcuno lo associa addirittura al dio Odino, barbuto e senza un ‘occhio.


Poi la tradizione è sbarcata nelle Americhe dove si è perso molto dell’antica magia iniziale avendo un successo clamoroso.

Diteci che siamo rimasti bambini, ma noi ci crediamo ad un vecchietto che prega per i nostri pargoli e che si fa lunghe camminate a piedi per portare un po’ di gioia in tutte le case, con la casacca usurata dal tempo e che costruisce personalmente ogni giocattolo per i bimbi.
Daggry

lunedì 10 novembre 2014

pomelli per mobile


Pomelli per Mobili in Pasta di Mais


















Vi siete mai trovati a voler cambiare look ad un vecchio mobiletto?.
Basta un po’ di carta vetrata e vernice all’acqua per ottenere un mobile nuovo.
E i pomelli?...
Chissà perché, bisogna accontentarsi dei pochi a disposizione di negozi di ferramenta non sempre fornitissimi.



È successo a noi quando abbiamo deciso di rinnovare un intero arredamento, per farlo diventare in stile shabby.
Siamo stati settimane a cercare nei negozi di ferramenta e arredamento, alla fine però, quando non abbiamo trovato quelli giusti, abbiamo deciso di farceli da soli.
Il primo scoglio è stato quello di pensare ad un materiale resistente e allo stesso modo bello da vedere, la scelta è caduta sulla pasta di mais che, una volta asciutta, mantiene resistenza e bellezza.

Il secondo problema è stato quello di cercare le viti e i ganci appositi che andassero bene anche ai vecchi buchi del mobiletto, lo abbiamo trovato in un negozio di ferramenta le viti adatte.

Risolti tutti i dubbi e i problemi iniziali siamo andati (un po’ d’intuito) ad iniziare il nostro lavoretto.

Formate le vostre rose semplicemente con 5 petali piccoli e 5 grandi.
Usate come tagliabordi circolare quello che avete in casa (noi abbiamo usato un vecchio tappo di o gomma e un cilindretto di plastica appartenuto chissà a cosa).
Fate della pasta di mais (la preparazione la trovate anche nei nostri post) ricavate questi tondi  e schiacciateli poi ad uno ad uno con le mani, dategli la forma di un petalo vissuto.
Con il primo dei petali piccoli attorcigliatelo su se stesso per ricavane il bocciolo centrale e poggiatelo sulla vite. Dovete lavorare la rosa sulla vite stessa perché sarà quella che manterrà ferma e stabile il pomello una volto applicato con l’altra vite sul mobile.
Poi, man mano attaccateci tutti gli altri petali dal più piccolo al più grande.
Fatelo asciugare, dipingetelo e passateci la vernice lucida all'acqua.

È semplice, ma se volete aiuto, non esitate a chiedercelo su Facebook.
Daggry 

domenica 9 novembre 2014

fogli di rame - stella di natale



Stella di natale
a sbalzo




    fogli di rame

    Si avvicinano le feste di  Natale, i primi panettoni si affacciano nei supermercati e noi incominciamo coi lavoretti delle feste.
    Questa bella stella di natale è stata realizzata con i fogli di rame e la tecnica dello sbalzo.
    Basta procurarsi un bulino, 2 fogli di rame per ottenere questa bella stella per il nostro Natale.
    stella di natale per decorazioni fai da te

    Occorrente:
    2 fogli di rame;
    bulino;
    busta trasparente per documenti;
    immagini di bràttee;
    pennarello indelebile;
    colla a caldo;
    pasta di mais;
    glitter oro.


    tecnica dello sbalzo
    Realizzazione:

    quelle che si credono petali in realtà si chiamano bràttee e sono le foglie della stella di natale.
    generalmente le brattee sono 5 e di diverse misure per lo più ovali e lanceolate, rosse, bianche o azzurine disposte nella parte terminale del fusto (a proposito del fusto, quel lattice che rilascia è tossico per li animali).

    Per la  nostra stella siamo partiti da una base di 5 per poi passare a tre per via del poco spazio a disposizione.
    Copiate le vostre bràttee sul foglio di rame dal lato argentato (retro), usate un pennarello indelebile.
    tagliatele con precisione e una volta divise per grandezze, mettete ogni foglia dentro la busta di plastica e passateci il bulino per creare le venature. 
    stella di natale


      Mi piace
      Condividi
      Piace a 20 persone. Di' che ti piace prima di tutti i tuoi amici.
      Avrete così i vostri petali, fate riscaldare la colla a caldo, tagliate un tondino con gli scarti di rame, fate una pallina con la colla a caldo e senza aspettare che si raffreddi, cominciate a pogiarvi sopra in ordine numerico le bràttee.
      infine, con il glitter oro, formate i fiorellini sopra    
      sbalzo

      bràttee 



      lunedì 3 novembre 2014

      pozzo con molette di legno

      Pozzo con le mollette

      Mi piace
      Condividi
      Piace a 22 persone.
      well with clothespins



      Ecco il pozzo con le mollette finito che avevamo anticipato su facebook.
      dobrze ze spinaczy do bielizny


      ljubičice



      pozzo_finito

      di questo lavoro abbiamo fatto ance un video tutorial che posteremo a breve per far capire meglio i vari passaggi che, comunque sono semplici, basta solo un pò di precisione.
      E' preferibile usate la colla  a caldo, ome prima volta le mollette le abbiamo comprate (ma quelle vecchie di casa andranno benissimo).
      Infine, decoratelo con violette e foglie in pasta di mais o con altri fiori, sbizzarrite la vostra fantasia, e una volta fatti, se volete, inviateci le foto su Facebook, saremo felici di farli ammirare a tutti col vostro nome.
      Daggry


      pozzo_e_mollette


      pozzo_grezzo


      preparazione_pozzo_di_mollette

      violette_e_petali

      pozzo

      pozzo_con_violette
      E' ARRIVATO IL VIDEO TUTORIAL SU YOUTUBE DI COME REALIZZARE  IL POZZO CON LE MOLLETTE