siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


mercoledì 22 maggio 2013

Bomboniere in fimo

Favor polymer clay

Come sono curate nei minimi particolari queste bomboniere per la  cresima della nostra Daggry scrittrice!.

Le ha realizzate interamente con il fimo e a mano per dare un tocco romantico ad un giorno speciale.







bomboniere in fimo


Occorrente:.

Fimo;
pasta di mais;

attrezzi per decorare le torte;

maizena;

forbici;
colla trasparente extraforte tipo bostic;
colla vinavil;
tazzine e piattini in ceramica bianche;
colori acrilici;
n. 2 colori per la ceramica a freddo bruno e ocra gialla;
lucido finale per ceramica;
lucido finale per decoupage all’acqua;nelli vari.
Preparazione::

Non è stato facile la realizzazione di queste bomboniere, per una serie di ragioni tecniche:
per cominciare, prendere delle tazzine di ceramica bianche, e tamponatene il bordo con i due colori per ceramica a freddo, anche i colori per ceramica a caldo, cioè quelli che poi vanno cotti nel forno casalingo andrebbero bene, ma abbiamo optato per questi perché all’aria si asciugavano prima.
Prima di acquistare i due colori specifici per ceramica, avevamo pensato di passarci i colori acrilici, anche se molti siti lo sconsigliavano categoricamente perché dicevano che non si sarebbero attaccati sulla ceramica liscia.
Noi abbiamo fatto la prova su dei piatti di ceramica simili alle nostre tazzine, e abbiamo visto invece che si attaccano benissimo, il problema sta nel passarci, una  volta asciutto il lavoro, la vernice lucida finale quella all’acqua per decoupage, su superfici non del tutto coperte dal colore, come le nostre tazzine, non si attacca, anzi fa bruttissime grinze e rovina il lavoretto, se invece, il colore acrilico ricopre, come nel caso del piatto, tutta la ceramica sotto, allora si può usare.
Nel nostro caso quindi, dovevamo usare quel lucido specifico per ceramica, e dato che dovevamo usare quello, abbiamo pensato di comprare i due colori adatti per la ceramica. Sono più cari degli acrilici, ma il risultato è indubbiamente più lucido. Quindi, dopo aver tamponato sia le tazzine che i loro piattini con una spugnetta, li abbiamo fatti asciugare all’aria e passato alla realizzazione dei fiori.
Inizialmente avevamo pensato di usare la pasta di mais, più economica ed asciuga all’aria, ma abbiamo scoperto, che il fimo, pur dovendo cuocerlo, più si avvicinava, una volta finito, all’idea di un fiore, perché stendendolo, diventava più sottile e per alcuni petali, come per i garofani, erano l’ideale.
Il lato negativo è che per 7 bomboniere, abbiamo consumato 6 panetti di
Fimo che sono abbastanza cari, meglio, quindi la pasta di mais che abbiamo comunque usato per riempire le tazzine.
preparazione tazzina
garofani in fimo grezzo




pansè in fimo grezzo





se volete comunque usare la pasta di mais, ricordare di stenderla sottilissima con la nonna Papera (da noi, la macchina manuale per stendere la pasta fatta in casa viene chiamata così) e che iuna volta asciutta tenderà ad aumentare di volume.
Per quanto riguarda i fiori, abbiamo pensato prima di tutto di realizzare:  i garofani, le rose, le viole del pensiero, le stelle di natale, le pansè, fiorellini azzurri, le peonie, ma non è stato facile navigare sui internet e scegliere la tecnica più facile, ci siamo riusciti cercando di imitare quelli che fanno i fiori per pan di zucchero o pasta di gomma, per le torte, che vanno di gran moda in questo periodo.
Ma anche qui, alcuni fiori, come le peonie sono state difficili da reperire, e per non parlare delle rose, ognuno ha una sua tecnica e abbiamo scoperto ce si acquista a furia di provare. Difficoltà le abbiamo trovate soprattutto per le pansè, perché nessuno le realizza.
Comunque, qualsiasi fiori si può fare ma con gli attrezzi giusti, li abbiamo reperiti per fortuna in negozi di casalinghi a pochi euro, perché vanno di moda le decorazioni per le torte, ed anche per alcuni petali, ci si può aiutare con le formine che posso dare la forma per i petali di rose o di peonie.
Una volta cotto il fimo, 30 minuti a 110° in forno di casa, (una volta passato il tempo, aprite il forno perchè altrimenti il fimo continuerà a cuocersi e ad imbrunire) li abbiamo colorati con i colori acrilici e una volta asciutti, passata la vernice finale.
Abbiamo scoperto, che una volta completato il tutto, se ci passate anche sui fiori, la vernice lucida per ceramica, vengono più lucide e l’effetto sarà quello della ceramica professionale a caldo.
Abbiamo anche pensato di realizzare le scatole con un cartoncino satinato molto bello, dopo averlo confezionato, abbiamo adagiato una rosa sulla scatola, l’effetto è stato davvero ben riuscito.
Abbiamo pensato che con questa tecnica, si possono realizzare interi centri tavola con i fiori più disparati.
Se volete chiederci informazioni maggiori scriveteci su fecebook.




God arbeid (buon lavoro).Daggry               



IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK



bomboniere i n fimo

garofani in fimo




viole in fimoè












fimo grezzo

petali in preparazione



 









pansè in fimo


particolare tazzine di rose

   








fiorellini azzurri e pansè


 

ortensie in fimo














rose in pasta di mais

stella di natale in fimo







Si possono usare i fiori su una bella teiera





VISIT YOUTUBE:









venerdì 17 maggio 2013

punto croce

Fatto a mano (handarbeide)
Fatto da noi (gjort av oss)

Punto Croce





Sono tutti lavori fatti durante gli anni che non rispecchiano molto gli schemi originali perché sono stati cambiati volutamente i colori e come accade per i due cavalli, addirittura sostituiti.

Nel lavoro dei cavalli, il cavallo bianco è stato completamente ricamato sia sostituendo il colore che il cavallo originario e il risultato non ci sembra malvagio.(fig.1)




cavalli a punto croce
fig.1
  


cavallo bianco
particolare
 








                                                   
IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK


Mi piace
Condividi
Piace a 16 persone. Iscriviti per vedere cosa piace ai tuoi amici.
La bimba inglese che spedisce la sua letterina invee è fedele allo schema trovato in un giornale (fig2).


Mentre alla rosa oltre ai colori è stato cambiata la tela, in principio la tela aida era quella stampata e decorata uscita da un giornale (fig3). 




rosa punto croce





visit on Youtube



























Bello e delicato il piccolo paesaggio norvegese e quello cittadino dell’Inghilterra del fine ‘800. (fig4 e fig 5)


paesino punto croce
fig.4


città di notte punto croce
fig.5

 L’albero innevato ha un suo fascino invernale, (fig6)
albero neve punbto croce
fig. 6






Non meno bello è il ricamo di questa fatina ricamata su tela aida già stampata. (fig.7).



fata punto croce
fig. 7


fatina














Affettuoso e pieno d’amore la madonnina e il bambino (fig.8).


madonna punto croce
fig 8





Le calle sono state ricamate su una pergamena stampata a tela aida (fig.9)









Sono tutti schemi trovati sui giornali se li volete, scriveteci cercheremo di inviarveli il più visibile possibile.


God arbeid (buon lavoro).Daggry               


IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON 


                      FACEBOOK


per consigli sulla realizzazione