siamo anche su facebook

Scriveteci per avere informazioni sui lavori, richiedere gli schemi o semplicemente esserci amici su: follow us on https://www.facebook.com/pages/Daggry/449841758445779?ref=stream&hc_location=timeline

o su daggryfaidate@gmail.com


Tuffatevi nei libri della “Foresta delle Meraviglie”, dove in ogni avventura personaggi strabilianti vi accompagneranno attraverso regni infuocati o demoni della notte.

http://wwwscrittricedaggryvios.blogspot.it/


giovedì 28 febbraio 2013

dolmen - modellino




Fatto a mano (handarbeide)
Fatto da noi (gjort av oss)
Dipinto a mano

Complessi megalitici 
"i dolmen" 


God arbeid (buon lavoro).Daggry               

innalzamento pietre verticali
Hei du, sono Daggry, la nostra Daggry studentessa, aveva bisogno di un plastico per una dimostrazione di Storia dell’Arte  su come i neolitici innalzavano i dolmen e per quanto avesse cercato ore intere sul web non l’aveva trovato.
Ecco allora che ha pensato di  costruirselo da sola.
Su come avessero potuto fare gli antichi, si è ispirata all'unica immagine trovata sul web sull'innalzamento delle pietre verticali per fare i complessi megalitici.

è solo  una nostra ipotesi, ma grazie a questo, l’interrogazione è  andata molto bene.
E' un lavoretto molto artigianale ma al professore è piaciuto per l'impegno dimostrato e dalla minuziosità nell'esporlo.
sta preparando altri lavori scolastici, prossimamente li posteremo, speriamo piacciano anche a voi!

Occorrente:
2 vaschette di polistirolo di media grandezza;
gesso acrilico;
pasta di mais;
corda;
anellini di ferro;
pezzi di compensato o cartoncino rigido;
colori acrilici: verde, marrone, grigio;
fogli decorati d’erba;
colla vinavil;
vernice opaca finale;
omini di carta con base.
Tempo di preparazione: 2 gg. (per asciugare la pasta di sale e la colla vinavil)
Esecuzione:
Prendere 1 vaschetta di polistirolo per alimenti, rovesciarla e fare un taglio rettangolare di circa cm.  su un lato della vaschetta.



Vaschetta



 Dipingerla con gesso acrilico e lasciarla asciugare (l’altra vaschetta servirà come base per portare il lavoro a spasso).
Una volta asciugata, rivestire il taglio e i suoi lati con un cartoncino colorato precedentemente di marrone scuro (dovete fare un canalone e ai lati attaccarlo con la colla vinavil).


Una volta fatto e asciugato, rivestire il restante con fogli già decorati d’erba (quella che si usa per rivestire  il prato del presepe).

Porta dolmen

Tagliare e colorare 3 pezzetti di legno (devono andare a scalare l’uno sull'altro).
Con la pasta di sale fare n° 9 palline, lasciare asciugare e poi sistemarle e incollarle con la vinavil  sui pezzetti di legno nel seguente ordine:









Servivano per trasportare il megalite fin dentro il fosso. Una volta dentro, tiravano  le funi per issarlo e stabilizzarlo. 


Il dolmen:


con la pasta di sale formare un pezzo di legno appuntito alla base (la base deve essere larga quanto il taglio che è stato fatto in precedenza sulla vaschetta perché deve entrarci dentro) prima che si asciughi all’apice del pezzo ottenuto, inserire dei piccoli anellini dove andranno legati poi le 4 cordicelle che serviranno per issarlo su. Per coprire gli anellini metterci una piccola base di legno color marrone scuro.
Lasciare asciugare e proteggerlo con la vernice opaca.
Posizionare gli omini e incollarli alla base, e una volta asciutto si può procedere alla dimostrazione dell’innalzamento dei megaliti nella preistoria.



dolmen 


l
dolmen -particolare

dolmen -preparazione per templi


uomini preistorici che alzano un dolmen 

fai da te-pasta di sale-bricolage
dolmen primitivi

innalzamento delle pietre

come gli uomini preistorici alzavano le loro pietre



preistoria- dolmen



IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK

per un aiuto sulla realizzazione scriveteci:


Mi piace
Condividi
Piace a 16 persone. Iscriviti per vedere cosa piace ai tuoi amici.


sabato 23 febbraio 2013

portalettere fai da te

Portalettere fai da te
Fatto a mano (handarbeide)
Hei du, questo simpatico portalettere in legno grezzo è stato realizzato con la tecnica del decoupage ed è veramente molto semplice  da eseguire.
Si può fare in poco tempo ed è utile in casa per riporre appunti o lettere.
E l’occorrente è facilmente reperibile con quello che abbiamo in casa.


IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK


Occorrente:
Portalettere in legno grezzo da decoro;
fogli decoupage o stampe a colori con immagini di balconi, finestre, ringhiere e vasi in fiore;
pennelli vari;
colori acrilici;
colla vinavil e acqua nella stessa quantità;
vernice lucida finale all’acqua;
Preparazione::;:;__°
Osservate bene il  vostro portalettere, il nostro ha due …. davanti che ci hanno permesso di  creare due ringhiere fiorite.
Cominciate col dipingere di ocra color avorio tutto il legno, dopo averlo scartavetrato e lisciato un po’ se è grezzo.
Se invece il portalettere è trattato, togliere bene il colore preesistente oppure dipingerlo con colori a smalto per coprire tutto, senza dover usare troppi prodotti chimici.
Lasciate asciugare il lavoretto e tagliate con cura le immagini decoupage che più si addicono al vostro pezzo di legno. Noi abbiamo lasciato anche l’ombra, per dare più risalto.
Abbiamo prima tamponato il fondo con vari colori acrilici per dare l’impressione del muro un po’ vecchio e poi con acqua e vinavil attaccato dapprima le finestre interne ai due piani, facendo attenzione a posizionarle bene e  poi quelle esterne cioè le ringhiere e i vasi fioriti.
A questo punto, con in piccolo pennello riprendere con colori vivace i fiori per farli risaltare di più.
Lasciare asciugare e passarci più mani di vernice lucida all’acqua per proteggerlo dalla polvere.

God arbeid (buon lavoro).Daggry               

 


lunedì 18 febbraio 2013

mappa decoupage


Mappa decoupage


    Mi piace
    Condividi
    Piace a 20 persone. Di' che ti piace prima di tutti i tuoi amici.



    decoupage-mappa geografica
    Questo lavoro è molto semplice ed è stato realizzato per il bancone di un negozio che si era col tempo rovinato.
    Gli occorrenti sono facilissimi da trovare così come la preparazione a decoupage è facile da eseguire.
    La stampa l’abbiamo trovata in un sito di cartine geografiche sul web.

    Occorrente:

    Stampe a colori di cartina geografica f.to A3;
    lacca per capelli;
    acqua e colla vinavil stesse proporzioni;
    lastra di vetro sottile o plexiglass;
    colla tipo attack;
    colore acrilico avorio;
    pennelli vari tra cui un tamponcino;
    vernice lucida all'acqua.


    Preparazione:

    Grattate la superficie che dovrete usare e pulitela con un panno umido.
    Con l’acrilico di colore avorio carico fate due passate sulla superficie e lasciate asciugare.
    Servirà da base per il decoupage perché se il legno è scuro, coprirà la cartina geografica una volta asciutto.
    Stampate la cartina geografica e non dimenticate di spruzzare sul foglio a colori la lacca per capelli, per renderla più resistente all'acqua.
    Prendete bene le misure del ripiano dove andrà posizionata e incollatela con la tecnica del decoupage.
    Attaccatela ed evitate le bolle d’aria, si faranno se il lavoro sarà grande, se ciò avvenisse, tamponare bene con il pennello dall'alto verso il basso e se non bastasse, punzecchiate il lavoro con un ago sottile.
    Ripassate più mani di colla e acqua e lasciate asciugare.
    Passate una mano di vernice finale all'acqua.
    Quando sarà tutto ben asciutto, non dimenticate di prendere bene le misure del vetro, noi però abbiamo usato un plexiglas, più leggero e duttile da tagliare col taglierino. Incollatelo ai lati con l ’attack e rifinite un po’ i bordi col colore avorio.


    mappa antica



    giovedì 14 febbraio 2013

    san Valentino


    Wallpaper per S. Valentino

    san valentino-wallpaper

    amore
    wallpaper-san Valentino






    amore
    san valentino-wallpaper
    IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK



    martedì 12 febbraio 2013

    gatto di carnevale


    Fatto a mano (handarbeide)
    Fatto da noi (gjort av oss)


    gatto di carnevale
    gatto di lana Ottavio

    Il nostro Ottavio è un re, gatto persiano, molto speciale, per carnevale, invece di mascherarsi, si è colorato di mille colori per l’annuale festa di carnevale che si tiene nel suo regno ad Ottaviopoli .
    Balli e canti per un’intera settimana senza interruzioni dove tutti i suoi sudditi e i regni vicini fanno festa in allegria attorno ad una lunga tavolata nel salone del suo castello.
    Si intende che poi, puliscono loro .!
    Questo lavoretto ha già un precedente e fa parte della serie “pupazzi in lana e feltro" della nostra Daggry pon pon
    E con le sue istruzioni che ci accingiamo a spiegarvi come fare:

    Occorrente:
    lana di vari colori;
    cartone di due misure (vedi il Natalino);
    forbici con punta arrotondate;
    occhietti mobili per pupazzi;
    baffi finti o nylon rigido;
    piccole palline di polistirolo;
    pennarello nero indelebile;
    colla liquida tipo UH-UH;
    piccoli pezzetti di panno lenci bianco, nero, rosso giallo e blu;
    bottone nero curvo o naso nero per pupazzi (negozi specializzati per pupazzi fai da te) o riciclato da un pupazzo rovinato;

    Preparazione:
    Per la preparazione del corpo vedi “il gatto Natalino di Natale 2012”, la preparazione è la stessa, si deve solo chiudere e cambiare filo un po’ di più, per dargli colore.
    Una volta  fatti le due palline colorate, unitele e pensate al viso.
    Ci sono due modi di fare ger gli occhietti:
    1°) Tagliate piccoli pezzetti di panno lenci  bianco, nero e colorato; il bianco deve essere più grande rispetto agli altri e tagliato in modo ovale; il nero un po’ più piccolo e tondo e quello colorato ancora più piccolo e un po’ ovale. Incollateli uno sopra l’altro e poi su Ottavio,
    2° Tagliate un pezzetto ovale di panno lenci bianco e incollateci sopra gli occhietti mobili.
    Questa volta abbiamo optato per la seconda.
    Passate al naso.
    Date alle due palline di polistirolo  la forma non molto arrotondata di un naso,e coloratele con tanti piccoli puntini nero col pennarello indelebile.
    Incollate sulle due palline il piccolo bottone curvo o un naso per peluche, al suo interno però deve avere un appoggio per legarci i fili di nylon che serviranno per i baffi.
    Se non li trovate potete tagliare un pezzo di panno lenci nero e incollarci sopra i baffi e poi attaccarlo al centro sul naso.
    La bocca è semplice, tagliate un triangolino di panno lenci rosso e incollatelo proprio sotto il naso.
    Infine passate alle orecchie.
    Tagliate due pezzetti di panno lenci giallo a triangolo e incollatele sopra la testa, con la punta rivolta in su.
     God arbeid (buon lavoro).Daggry               
      

    preparazione gatto di lana


    carnevale
    gatto di lana Ottavio
    gatto di lana

    gatto di carnevale
    pupazzo di lana




















    IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK

    sabato 9 febbraio 2013

    mascherine di carnevale

    carnevale

    Fatto a mano (handarbeide)

    Fatto da noi (gjort av oss)

    Dipinto a mano


    Mi piace
    Condividi
    Piace a 15 persone.

    Mascherine di  carnevale
    La nostra piccola Daggry ha selezionato una serie di mascherine che potete realizzare con i vostri bambini, sono molto semplici ma d’effetto, non servono occorrenti particolarmente complicati basta usare le forbicine per carta con punta arrotondata,  colla per carta e colori a pastello o a cera adatti per i bambini, così come ha fatto la nostra piccola Daggry che, con pochi, semplici ed economici materiali, ha creato delle mascherine per tutti i suoi amici.
    Alla nostra piccola continueremo ad invogliarla, e non ci stancheremo mai di ripetere, che il vero fai da te è quello che sa cogliere la vera essenza delle cose.

    God arbeid (buon lavoro).Daggry   

    Occorrente:

    Cartoncino rigido 200gr. bianco e vari colori;
    pennarelli vari colori;
    glitter;
    filo di piombo per pittura su vetro;
    smalti per unghie;
    forbicine per carta senza punta;
    elastico tondo.;
    lacca per capelli;
    colori a pastello;
    matita 2HB. 

    Preparazione: 

    Ritagliate varie forme di maschere a piacimento tenendo presente che dovranno essere indossate da bambini, fare due fori laterali per l'elastico.
    Con una matita sottile definite i rettangoli per la mascherina di arlecchino e colorateli con vari pennarelli a spirito. una volta colorata tutta la maschera, passate su ogni rettangolo il filo di piombo nero per separare i colori e lasciare asciugare molto bene. passate poi una mano di lacca spray per fissarla.
    per le due mascherine viola, invece, orlatele coi glitter e lasciateli asciugare bene.


    carnevale


    maschera di carta carnevale


    carnevale arlecchino


    maschera arlecchino
    IF YOU LIKE IT FOLLOW ME ON FACEBOOK



    mascherina swett

    gattina

    mascherina viola


    mascherina Helène








    la nostra Daggry grafica le ha tagliate e messe nei disegni che lei stessa crea, solo il vestito della vacchetta Claretta è stato ispirato ad un album di molti anni fa ma il resto è originale, sfondo compreso.               
    maschera arlecchina